Cos'è la criptovaluta

La criptovaluta è una valuta digitale che utilizza la crittografia per creare e gestire la valuta. Ma cosa significa?

Definizione di cripto

La criptovaluta è una valuta digitale che utilizza la crittografia per creare e gestire la valuta. La criptovaluta non è stampata, come il dollaro USA o l'euro; non è sostenuto da alcun tipo di governo o banca centrale, e non ha alcuna forma fisica di cui parlare. Invece, i token di criptovaluta esistono come voci su un libro mastro pubblico memorizzato su molti computer in tutto il mondo, chiamato tecnologia blockchain.

L'idea della criptovaluta è stata introdotta per la prima volta nel 2008 da Satoshi Nakamoto (pseudonimo), che ha pubblicato un documento che descrive la criptovaluta e come funziona (questo documento è considerato il documento fondamentale per Bitcoin). Affinché le transazioni siano legittime, devono essere confermate attraverso la crittografia che aiuta a proteggere le transazioni online. Ciò significa che ogni transazione viene registrata pubblicamente, quindi è molto difficile copiare bitcoin, crearne di falsi o spenderli di non possedere. Consente anche altri usi come i contratti intelligenti che sono un accordo tra due parti che può essere parzialmente o completamente eseguito o applicato senza interazione umana.

Esistono tre tipi principali di criptovaluta

Esistono tre tipi principali di criptovaluta: transazionale, utility e piattaforme.

Le criptovalute transazionali come Bitcoin, Litecoin e Dash possono essere utilizzate come mezzo sicuro per la transazione di valore tra individui. Sono anche ideali per trasferire denaro attraverso Internet in un modo che non coinvolge le banche.

I token di utilità come Golem e Siacoin consentono agli utenti di accedere alle risorse di rete sulla blockchain. Ad esempio, Golem è un supercomputer mondiale a cui gli utenti possono accedere acquistando token GNT sulla loro piattaforma. Altri esempi includono Lisk che esegue app sul proprio sistema blockchain, Factom che protegge i dati memorizzati sulla sua blockchain eseguendo l'hashing in una voce di registro immutabile su Bitcoin e Stratis che fornisce servizi alle aziende che desiderano sfruttare le applicazioni blockchain.

Piattaforme come Ethereum sono simili ai token Utility in quanto offrono qualcosa di più del semplice metodo di pagamento. Tuttavia, le monete della piattaforma differiscono in quanto gli sviluppatori possono utilizzarle per creare le proprie applicazioni decentralizzate (dApps). Queste dApp eseguono contratti intelligenti – pezzi di codice scritti nella blockchain – che vengono eseguiti quando vengono soddisfatte determinate condizioni senza alcuna necessità di intermediari o terze parti.

Come funziona la criptovaluta?

La rete di criptovaluta non è controllata da un'unica autorità centrale. Invece, è una rete peer-to-peer, in cui tutti gli utenti hanno pari accesso alla cronologia delle transazioni della valuta e possono utilizzare la loro potenza computazionale per verificare e registrare nuove transazioni. Il processo di verifica garantisce che solo le transazioni valide possano essere aggiunte al libro mastro comune e impedisce la manipolazione (ad esempio, la doppia spesa) delle unità di criptovaluta. La natura decentralizzata rende le criptovalute meno vulnerabili agli attacchi rispetto ai sistemi finanziari tradizionali, ma le rende anche più lente nell'elaborazione delle transazioni poiché ogni partecipante alla rete deve raggiungere un accordo su ogni cambiamento apportato nella storia di quella valuta.

Transazioni e cripto

una transazione è semplicemente un trasferimento di valore tra portafogli Bitcoin che viene incluso nella blockchain. I portafogli Bitcoin mantengono un pezzo segreto di dati chiamato chiave privata o seme, che viene utilizzato per firmare le transazioni, fornendo la prova matematica che provengono dal proprietario del portafoglio. La firma impedisce inoltre che la transazione venga alterata da chiunque una volta emessa. Tutte le transazioni vengono trasmesse tra gli utenti e di solito iniziano ad essere confermate dalla rete nei successivi 10 minuti, attraverso un processo chiamato mining.

Una transazione può anche avere più output, consentendo di effettuare più pagamenti in una volta sola. Ogni output deve fare riferimento ad almeno un precedente output non speso nella blockchain. In questo caso l'output è chiamato change e deve essere restituito al proprio wallet attraverso un'altra transazione (che richiede un altro indirizzo e quindi un'altra coppia di chiavi pubblica/privata).

Spiegazione del mining di criptovalute

Il mining di criptovalute è un metodo per verificare le transazioni in una blockchain. I minatori verificano le transazioni risolvendo complicati problemi matematici e aggiungendoli al blocco. Questi minatori sono ricompensati con criptovalute per aver risolto questi problemi matematici.

Il lavoro del minatore comporta la conferma delle transazioni e la garanzia che non vi sia una doppia spesa. Un minatore selezionerà le transazioni in sospeso sul registro blockchain, le verificherà per assicurarsi che siano valide e quindi le aggiungerà a un nuovo blocco.

La tecnologia blockchain può essere utile

Blockchain è un database distribuito che mantiene un elenco sempre crescente di record ordinati, chiamati blocchi. Ogni blocco contiene un timestamp e un collegamento al blocco precedente. La blockchain può essere utilizzata per registrare le transazioni tra due parti in modo efficiente e in modo verificabile e permanente.

Il futuro delle criptovalute?

La prima cosa da tenere a mente è che le criptovalute sono ancora agli inizi. Ciò significa che a volte può essere un po 'un selvaggio west. Pensa ai primi giorni di Internet. Non c'erano Facebook o Twitter, solo chat room di nicchia e forum gestiti da hobbisti che stavano cercando di capire come funziona tutta questa faccenda di Internet. Ecco come si sente la criptovaluta in questo momento: il web nel 1993, prima ancora che ci fosse un Amazon o un Google.

Ma con il tempo arriva la maturità, e mentre potrebbero volerci anni prima che i mercati delle criptovalute si stabilizzino (o forse non lo faranno mai), una cosa è certa: le criptovalute sono qui per rimanere e cambieranno il mondo. Stanno gradualmente diventando più maturi e, così facendo, il loro impatto sulla società diventerà più profondo.

Le criptovalute hanno il potenziale per fare soldi più velocemente, più economici, più sicuri e più intelligenti che mai. Il modo in cui spostiamo denaro potrebbe cambiare radicalmente per sempre se le criptovalute sono all'altezza del loro potenziale; resta da vedere se ciò accadrà prima o poi, ma sicuramente accadrà alla fine: anche gli odiatori di Bitcoin sono stati costretti ad accettare questo fatto (incluso Jamie Dimon).

Forchette in cripto

Gli hard fork sono quando una blockchain si divide in due diverse blockchain. Non c'è una vera differenza tra le due catene prima che si dividano, ma dopo che si dividono, hanno regole diverse. L'hard fork più famoso è stato Bitcoin Cash nel 2017, che ha creato una criptovaluta separata da Bitcoin.

I soft fork sono simili agli hard fork, tranne per il fatto che i soft fork non creano nuove criptovalute. Invece, i soft fork aggiornano solo le versioni precedenti dei protocolli di criptovaluta in modo che le versioni più recenti e le versioni precedenti del protocollo possano ancora far parte della stessa blockchain.

Un attacco del 51% è quando un utente malintenzionato controlla il 51% (o più) della potenza di mining su una determinata rete blockchain e utilizza tale potere per controllare la rete per il proprio guadagno. Se un utente malintenzionato può controllare più della metà della potenza di mining su una rete, può estrarre tutti i blocchi e quindi decidere quali transazioni includere in quei blocchi in modo da poter spendere soldi due volte o invertire le transazioni di altre persone (quindi sembra che non le abbiano mai fatte). Questo tipo di attacco è possibile perché qualcuno che possiede metà o più della fornitura di una moneta potrebbe usare le proprie monete per creare account falsi e minare con loro (il processo attraverso il quale vengono create nuove monete).

comportamento crittografico

Come con altre valute, il prezzo delle criptovalute è determinato dalla domanda e dall'offerta. Quando la domanda di criptovalute aumenta, anche il suo prezzo può aumentare. Tuttavia, poiché la crittografia non è regolata da una banca centrale. Non vi è alcun obbligo di garantire che la valuta abbia un valore sufficiente per essere un mezzo di scambio accettabile in ogni circostanza. Inoltre, a differenza di alcune valute tradizionali sostenute da attività come l'oro o il corso legale riconosciute dai governi come aventi valore monetario, la criptovaluta non è supportata da alcuna attività o regolamentazione governativa. Inoltre, le criptovalute non sono assicurate dalla FDIC e non possono essere utilizzate per effettuare pagamenti presso i commercianti che accettano valute tradizionali.